#NoiSiamoInvisibili per questo governo

#noi siamo invisibili per questo Governo” con questo slogan tutte le scuole cattoliche gestite dalla congregazioni religiose, per la prima volta unite, dalle cooperative e dalle parrocchie rivolgono un appello alla politica attraverso un gesto simbolico che faccia rumore e coinvolga tanti altri cittadini, oltre ogni schieramento, perché chi ama la scuola sa bene che è trasversale a tutto.

Invitiamo tutti a riflettere su questo tema: le scuole paritarie con le loro famiglie sembrano essere invisibili per questo governo. L’attenzione è per il “decreto Rilancio” dell’Italia in seguito a Covid-19.

Il 19 e 20 maggio 2020 il Parlamento sarà impegnato nella discussione e votazione degli emendamenti al decreto, che al momento non prevede nulla a sostegno dei genitori che hanno i figli che frequentano le scuole paritarie, fatta eccezione per circa 120 euro annui per ciascun bambino della scuola dell’infanzia.

“Il nostro grido di allarme – si legge in un comunicato –, insieme a quello della Cei e del mondo associativo, nasce dalla verifica del disagio civico ed economico di tante famiglie e dalla sordità del governo giallorosso che continua a trattare la scuola pubblica paritaria ideologicamente, come un oggetto estraneo alla convivenza civile e culturale di questo Paese, elargendo briciole, trattandoci meno delle biciclette e dei monopattini, per i quali stanzia 120 milioni di euro per il 2020 e il bonus sarà pari al 60% della spesa sostenuta, meno degli ombrelloni. Noi siamo gli invisibili per questo governo”.

L’obiettivo, oltre che ricordare alla classe politica le difficoltà in cui versano le scuole pubbliche paritarie, è ricordare i temi della libertà di scelta educativa, il diritto di apprendere senza discriminazione, la parità scolastica tra pubblica statale e pubblica paritaria, la libera scuola in libero stato; appelli alla classe politica perché non condanni all’eutanasia il pluralismo culturale del nostro Paese.​

Di seguito un contributo di suor Anna Monia Alfieri che da anni è portavoce di una reale parità all’interno del sistema scolastico pubblico formato da scuole statali e paritarie e della CEI.

Condividiamo con quanti sostengono questa bella iniziativa…
UN RUMORE COSTRUTTIVO!

 

#NoiSiamoInvisibili per questo governo