La nostra storia

La scuola dell’Infanzia “Don Ambrogio Verderio”, è stata pensata, voluta e realizzata dal parroco di Camporicco Don Ambrogio Verderio che arrivò a Camporicco nel 1910 e da allora, il suo desiderio più grande fu la costruzione dell’asilo.

A vent’anni dal suo arrivo, nel 1930, mise a conoscenza i suoi parrocchiani che era giunto il momento di dedicarsi alla costruzione di un’opera educativa.

Dopo diversi problemi di ordine burocratico, nel 1932 iniziarono i lavori di costruzione dell’asilo infantile e dopo un solo anno l’edificio era terminato e già funzionante.

Inizialmente fu gestito dalle Suore Canossiane arrivate in Cassina nel gennaio del 1934 che lo fecero camminare per quindici anni. Nel 1949, problemi finanziari e crisi vocazionali portarono al ritiro delle Suore da Cassina de’ Pecchi e l’asilo continuò a funzionare, con l’assistenza di una maestra.

Nell’aprile del 1952, don Ambrogio morì e l’asilo chiuse i battenti.

Con l’aiuto del Vicario don Pasquale Viganò prima, e don Vittorio Milani in seguito, l’asilo ricominciò la sua attività affidandone la gestione alle Suore Pastorelle con il nuovo nome “Scuola materna Maria Immacolata”.
Tra l’anno 1962 e l’anno 1963 l’asilo restò chiuso per lavori di ristrutturazione e l’anno seguente riaprì sotto la guida di una maestra che continuò la sua attività fino al 1969.
La scuola chiuse e don Milani lasciò l’incarico.

Prese il suo posto per un breve periodo, don Egidio Pasini, il quale riaprì la scuola e diede la direzione della stessa ad una Suora proveniente dalla vicina parrocchia di S. Agata.

Nel 1970 venne nominato parroco don Bruno Magnani, il quale ritenne necessaria l’opera della scuola materna parrocchiale per dare all’infanzia un accogliente luogo di educazione religiosa, umana e sociale.
Nel 1971, il nuovo parroco, nomina il Consiglio di Gestione e una suora canossiana dirige la scuola per breve tempo.

Nonostante le difficoltà, l’asilo continua la sua attività educativa facendo fronte a tutte le necessità con le sole quote delle rette delle famiglie dei fanciulli e un modesto contributo comunale.

Il parroco in più tempi cerca di ristrutturare la scuola, ma purtroppo nel 1980 si vede costretto a chiuderla per la completa ristrutturazione.
Grazie alla grande e generosa solidarietà dei parrocchiani e alla grande caparbietà del parroco nel 1982 la scuola Materna don Ambrogio Verderio riapre.

Dal 2001 la Scuola dell’Infanzia don Ambrogio Verderio, è divenuta Scuola Paritaria ed è gestita da un Consiglio di Gestione che dal suo arrivo, ha come presidente e legale rappresentante l’attuale parroco delle Parrocchie S. Maria Ausiliatrice e S. Agata in Cassina de’ Pecchi, don Graziano Rudello.

Dall’anno 2005, per desiderio del parroco le scuole parrocchiali Don Verderio e Don Vismara, sita in S. Agata, iniziano a lavorare insieme. Si unificano il Collegio Docenti e il Progetto Educativo.

Nel settembre 2015, Don Massimo Donghi è stato nominato parroco della Comunità Pastorale e legale rappresentate delle scuole dell’infanzia parrocchiali.